Assicurazione Auto Scaduta: Conseguenze?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Nel caso in cui l’assicurazione Auto è scaduta il veicolo potrà circolare per un massimo di 15 giorni dalla data di effettiva scadenza. Questo periodo transitorio è stato recentemente messo in discussione a seguito dell’introduzione dell’ art. 22 del D.L. 179/2012 e dell’art. 170-bis, al codice delle assicurazioni private (D.Lgs 209/2005) (clicca qui e continua a leggere per maggiori dettagli), ma pochi giorni fa la Commissione Industria al Senato ha approvato vari emendamenti al decreto Sviluppo e fra questi anche uno relativo all’assicurazione Rc Auto, firmato dalla Senatrice PD Anna Rita Fioroni (clicca qui per continuare a leggere), con il quale si conferma l’estensione della garanzia assicurativa nei 15 giorni successivi alla scadenza del contratto di polizza. Pertanto un veicolo con assicurazione auto scaduta potrà circolare, anche se per un periodo limitato.

la circolazione di un veicolo con assicurazione auto scaduta, nel periodo successivo ai 15 giorni sopraccitati, comporta sanzioni amministrative comprese da€ 779,00 ed € 3.119,00 oltre alla confisca del veicolo (clicca qui per continuare a leggere).

Nel caso in cui il proprietario del veicolo risulta impossibilitato a rinnovare l’assicurazione rca, onde evitare sanzioni amministrative ed il sequestro del mezzo, dovrà parcheggiare lo stesso in un area privata. Non è possibile lasciare in sosta in un area pubblica un veicolo con assicurazione auto scaduta. In caso di un sinistro (es. un altro veicolo in manovra sull’area di sosta potrebbe urtare il veicolo con assicurazione auto scaduta), non potendo compilare il Modulo CAI per la Constatazione Amichevole Incidente, si dovrebbe richiedere l’intervento delle Autorità che provvederebbero sia all’emissione di una sanzione amministrativa sia al sequestro del veicolo (con addebito delle spese di trasporto).

AssicurazioneA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+