Assicurazione RCA: Agevolazioni Legge Bersani!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

L’introduzione della Legge Bersani ha apportato diversi vantaggi nel mondo delle assicurazioni. Fra questi ne possiamo evidenziare due, uno a favore della trasparenza nei confronti del contraente polizza, l’altro per agevolare un risparmio economico per chi è già assicurato o per chi intende stipulare la sua prima assicurazione rca.

Ciò che interessa in particolar modo gli assicurati è la possibilità di ottenere un risparmio nel pagamento del premio assicurativo e come detto prima una delle agevolazioni della legge Bersani punta proprio a questo.
In sostanza possiamo distinguere due casi:

  • chi è già in possesso di una polizza assicurativa
  • chi deve stipulare una nuova polizza assicurativa

Nel primo caso le agevolazioni Legge Bersani consento al cliente di trasferire la stessa classe di merito CU (ottenuta con una precedente polizza assicurativa) su di un nuovo contratto di polizza sottoscritto per assicurare un altro veicolo. Pertanto se Mario Rossi in classe bonus malus 1 stipula una nuova polizza, il premio di quest’ultima sarà calcolato con classe di merito 1.

Nel secondo caso invece chi intende stipulare una nuova polizza assicurativa potrà trasferire su quest’ultima la classe di merito di un famigliare convivente. Ad esempio Carlo Rossi, figlio di Mario Rossi (in classe di merito 1), che deve stipulare una nuova polizza assicurativa, anziché partire con classe di merito 14 (classe di merito base), potrà partire in classe di merito 1 (quella del padre). Logicamente più bassa è la classe di merito più basso sarà il premio della polizza da pagare. In questo caso Carlo, sfruttando una classe di merito inferiore, potrà godere di un risparmio economico sul premio della sua rca.

E’ importante evidenziare due aspetti fondamentali. Nel caso in cui si intende trasferire la classe di merito di un convivente, devono sussistere due condizioni:

  • che il veicolo da assicurare sia un nuovo acquisto (non importa se il veicolo acquisto è nuovo o usato).
  • che si tratti della stessa categoria di veicoli (quindi auto con auto, moto con moto, ecc)

AssicurazioneA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+