Attestato di Rischio: Cos’è e Come se ne Entra in Possesso

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

L’attestato di rischio (anche detto ATR) è il documento che certifica la tua storia assicurativa nel campo della responsabilità civile. Assicurazione A lo consegna, aggiornato, alla scadenza della tua polizza: l’assicurato lo deve conservare perché è il suo biglietto da visita da presentare per un eventuale cambio di assicurazione.

Sull’attestato di rischio sono riportati tutti gli incidenti che hai denunciato negli ultimi 5 anni. Tra questi ci sono sia quelli da noi già liquidati, che quelli in corso di liquidazione. Un tempo erano inseriti anche quei sinistri su cui Assicurazione A aveva posto una riserva. Se la riserva finiva con un non pagamento, l’assicurato rientrava l’anno successivo nella classe che gli sarebbe spettata se non avesse causato l’incidente, con tanto di restituzione della differenza pagata. Con il nuovo Codice delle assicurazioni regolato dall’ISVAP, invece, bisogna sempre effettivamente accertare il danno per far diminuire la classe di merito dell’assicurato. Dai danni riportati sull’attestato di rischio, infatti, deriva la tua classe di merito, quella a cui sei assegnati e che determina il costo del premio della polizza bonus malus.

Almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto noi di Assicurazione A trasmettiamo l’attestato di rischio al domicilio del contraente anche in caso di contratti con clausola di tacito rinnovo o di disdetta, qualunque sia la forma tariffaria ed il canale di vendita utilizzati. Insieme all’attestato inviamo una comunicazione scritta recante le modalità di esercizio dell’eventuale disdetta ed informazioni sul premio di rinnovo.

Scegli Assicurazione A, le offerte migliori, con la massima trasparenza.

Assicurazione A

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+