Calcolo Bollo On Line: Facile e Veloce!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Vuoi ricordarti sempre quando pagare il bollo della tua auto o moto? Scrivi a marketing@assicurazionea.it la data di scadenza del tuo bollo, ti manderemo una mail gratuita 30 giorni prima della scadenza.

Il calcolo del bollo auto può essere fatto in tre modi:

– in base ai KW o ai CV

– in base alla targa o ai dati del veicolo

In entrambi i casi è possibile calcolare on line in modo semplice e veloce il costo del proprio bollo. Esistono varie fonti che forniscono questo servizio, quello di certo più attendibile è il sito ufficiale dell’agenzia dell’entrate. Di seguito riportiamo i due link utili al calcolo del bollo auto, moto o rimorchio, rispettivamente sulla base KW o CV o sulla base dei dati dei veicolo (targa).

calcolo bollo in base ai KW o ai CV

calcolo bollo in base alla targa o ai dati del veicolo

Calcolo del bollo in base alla potenza del veicolo: nella pagina del sito dell’agenzia delle entrate dedicata a questo calcolo sarà sufficiente inserire:

– il tipo di potenza del veicolo (se espressa in KW o CV, dati presenti sul libretto del veicolo)

– il valore della potenza (espresso in cirfre)

– la direttiva Europea (se il veicolo è Euro 4, 5, 6 ecc. Anche queste informazioni sono presenti nel libretto del veicolo)

– regione di residenza (questo varierà l’importo del bollo da pagare)

– tipo di veicolo (se auto, moto o ciclomotore)

– se il veicolo è dotato di impianto a GPL o METANO.

 Calcolo del bollo in base alla targa del veicolo: in questo caso è tutto più semplice. Sarà sufficiente inserire il numero di targa del veicolo per verificare l’importo del bollo da pagare.

E’ possibile inoltre verificare il regolare o meno pagamento del bollo di un veicolo, sempre tramite una pagina dedicata dal sito ufficiale dell’agenzia delle entrate. Questa pagina è accessibile tramite questo link. Il servizio è disponibile per i soli pagamenti effettuati a beneficio delle regioni Marche e Valle D’Aosta e delle regioni in cui la gestione della tassa automobilistica è di competenza dell’Agenzia delle Entrate (Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Sicilia)

AssicurazioneA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+