Guida all Estero: Quando serve la Carta Verde di una Assicurazione?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

La guida all’estero può prevedere la stipula di un’assicurazione supplementare se la carta verde rilasciata dalla propria compagnia assicurativa non prevede la copertura in quello stato specifico. Per la guida all’estero possiamo distinguere 3 casistiche ovvero la guida all’estero senza l’obbligo della carta verde, guida all’estero con obbligo carta verde, guida all’estero con nuova copertura assicurativa. Di seguito riportiamo un elenco di paesi nei quali è possibile circolare con carta verde o senza carta verde; di conseguenza i paesi non in elenco richiederanno una specifica copertura assicurativa.

GUIDA ALL’ESTERO SENZA L’OBBLIGO DI CARTA VERDE
Per i veicoli immatricolati in Italia interessati alla guida all’estero senza carta verde in quanto già coperti dalla polizza di assicurazione rca rilasciata dalla propria compagnia elenchiamo (significa che in questi paesi è possibile circolare senza carta verde):
Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Danimarca, Cipro, Croazia, Estonia, Finlandia, Francia, Germania,  Gran Bretagna, Grecia, Irlanda, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Romania, Serbia ( a partire dal 01/01/2012), Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria.

GUIDA ALL’ESTERO CON L’OBBLIGO DI CARTA VERDE
Di seguito l’elenco dei paesi in cui è richiesta la carta verde:
Albania,  Bielorussia,  Bosnia Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Marocco, Moldavia, Montenegro, Russia, Tunisia, Turchia, Ucraina.
NB: ogni compagnia assicurativa può escludere l’estensione della copertura assicurativa in caso di guida all’estero di alcuni paesi presenti nell’elenco riportato sopra. E’ possibile verificarlo visionando la carta verde rilasciata dalla compagnia; su questo documento sono riportate le sigle dei paesi esteri e quelli contrassegnati da una “X” corrispondono ai paesi non assicurati.

COME POSSO CIRCOLARE IN UN PAESE ESTERO SE LA MIA COMPAGNIA NON MI ASSICURA?
In questi casi si potrà attivare una copertura assicurativa temporanea rilasciata alla frontiera del Paese in cui si intende circolare. Considerati i costi di questa copertura, il consiglio è di sentire prima la propria compagnia per verificare se sono in grado di rilasciare una copertura temporanea per quello specifico paese.

AssicurazioneA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+