Hai subito un Sinistro? Ecco a chi Indirizzare il Risarcimento Danni!

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Se hai subito un sinistro di cui non sei responsabile o sei responsabile solo in parte, si applica la procedura del risarcimento diretto e quindi la richiesta va presentata direttamente al proprio assicuratore, nei seguenti casi:

  • se nell’incidente sono coinvolti soltanto due veicoli entrambi identificati, regolarmente assicurati ed immatricolati in Italia;
  • se nell’incidente è coinvolto un ciclomotore targato secondo il nuovo regime di targatura entrato in vigore il 14 luglio 2006.
  • se oltre alle cose trasportate ed al veicolo il conducente ha riportato danni fisici, deve trattarsi di lesioni non gravi, cioè di danni alla persona con invalidità permanente non superiore al 9%.

Negli altri casi la richiesta deve essere rivolta all’assicuratore del veicolo che si ritiene responsabile, in tutto o in parte, dell’incidente.

La richiesta di risarcimento deve contenere almeno i seguenti elementi: data, luogo e ora del sinistro; generalità delle parti coinvolte; dinamica dell’incidente; dati dei veicoli coinvolti; luogo e ora in cui il veicolo danneggiato è a disposizione per l’accertamento.
E’ importante ricordare che la sola presentazione del modulo di constatazione amichevole (C.A.I. anche detto “modulo blu”) non costituisce una richiesta di risarcimento completa, perché, ad esempio, su tale modulo manca la messa a disposizione del veicolo per permettere al perito della compagnia di esaminare il mezzo. Nello stesso modulo, anche se correttamente compilato e anche se recante la doppia firma, manca poi la formale richiesta di risarcimento che si rivolge all’assicuratore. Deve essere indirizzata a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento all’impresa di assicurazioni (che, in base alla procedura applicabile al caso concreto, può essere la propria impresa se si ricade nell’ambito del risarcimento diretto, ovvero l’impresa del responsabile se si rientra nella procedura ordinaria).

Assicurazione A

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+