Preventivo Assicurazione Auto: come confrontarli?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Un preventivo di assicurazione auto ha diverse caratteristiche e sono tanti i fattori da considerare quando lo si vuole confrontare tra diverse compagnie assicurative.

Cosa bisogna guardare per confrontare correttamente un preventivo di assicurazione auto?

Le cose da considerare sono varie. Per prima cosa il preventivo di assicurazione auto va confrontato a parità di garanzie, perché queste possono variare in base alla compagnia assicurativa scelta, e perché l’assicuratore può inserire queste garanzie per cercare di aumentare il premio, o perché queste garanzie sono incluse nel preventivo di assicurazione auto base.

L’unica copertura obbligatoria che deve necessariamente essere inserita in un preventivo di assicurazione auto è l’Rca, ovvero la responsabilità civile, cioè quella copertura assicurativa che garantisce gli altri da eventuali danni causati dall’assicurato. Tutte le altre coperture sono dette accessorie, in quanto non obbligatorie per legge.

Nel confrontare un preventivo di assicurazione auto, dunque, è opportuno vedere quali siano le garanzie offerte dalla singola compagnia, ad esempio spesso l’assistenza stradale è offerta in “omaggio“, ma alcune compagnie possono offrire di base già altre garanzie, per cui va confrontato il costo dell’rca perché un prezzo più alto potrebbe derivare dal fatto che l’assicuratore abbia inserito garanzie che potrebbero anche non interessare.

Eliminando tali garanzie dal preventivo di assicurazione auto, un prezzo apparentemente più alto potrebbe rivelarsi il miglior preventivo di assicurazione auto, per cui è bene farci caso.

Non soffermandoci sulle condizioni di polizza, che sarebbe opportuno leggere e confrontare tra le varie compagnie, un altro fattore da considerare per confrontare un preventivo di assicurazione auto sono i massimali e le franchigie.

Il massimale è l’importo massimo che l’assicurazione coprirà per risarcire il danno in caso di sinistro. Il massimale è presente per ogni garanzia, anche per l’rca. Il massimale di legge minimo attualmente è di 6 milioni di euro totali diviso in 5 milioni per danni a persone e 1 milione per danni a cose. Può accadere che un preventivo di assicurazione auto presenti un massimale più alto allo stesso prezzo o di poco superiore rispetto ad un preventivo di assicurazione auto con un massimale al minimo di legge.

In questo caso conviene tener conto di questa differenza e valutare eventualmente di acquistare il preventivo più alto tenendo conto del vantaggio che comporta avere un massimale più alto. Il massimale va confrontato anche per le altre garanzie, come la copertura furto e incendio, cristalli ecc..

Altro dato da verificare quando si legge un preventivo di assicurazione auto sono le franchigie. La franchigia è la parte di danno quantificata in termini economici che resta a carico dell’assicurato. Prendiamo come ipotesi la garanzia sui cristalli. Se sul preventivo di assicurazione auto, alla voce copertura cristalli, è riportata una franchigia di 250 euro, vuol dire che l’assicurazione pagherà solamente in caso di danni superiori ai 250 euro e solo per la parte eccedente, perché i primi 250 euro di danno resteranno a carico del’assicurato.

Di conseguenza, una copertura può avere un costo più basso per un’assicurazione piuttosto che per un’altra, ma può prevedere la franchigia, per cui è opportuno valutare anche questo quando si guarda un preventivo di assicurazione auto.

Assicurazionea.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+