Punti Patente: Verifica, Perdita, Recupero, Bonus Punti Patente?

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Con il Decreto legislativo del 15 gennaio 2002, n. 9, modificato dal Decreto-legge 27 giugno 2003, n. 151 in merito alle disposizioni per l’applicazione della disciplina della patente a punti, il Ministero dell’Interno (DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA N.300/A/1/43773/101/3/3/8) in data 01 luglio 2003 è entrato in vigore le disposizioni dell’art. 126-bis del Codice della Strada che norma la patente a punti.

Ad ogni titolare di patente vengono accreditati 20 punti. Questi possono subire variazioni in riduzione (in caso di infrazioni – malus) o in aumento (per buona condotta – bonus). Nel caso in cui al titolare della patente vengano decurtati tutti i punti, dovrà sottoporti alla revisione patente, ovvero dovrà risostenere un esame teorico e pratico di guida (gli stessi sostenuti la prima volta per il conseguimento della patente).
La procedura di patente a punti prevede che al trasgressore venga comunicato il tipo di infrazione commessa (<<La violazione dell’art. ….. Codice della Strada>>) ed i punti patente decurtati (<<determina la decurtazione di n. …. punti>>). Nel caso in cui il trasgressore commetta più infrazioni, ad esso dovranno essere comunicati in modo dettagliato tutti gli art. del Codice della Strada violati ed i rispettivi punti patente decurtati.

VERIFICA PUNTI PATENTE
Per verificare i punti patente il titolare può consultare in tempo reale la sua situazione tramite il portale dell’automobilista. In questo portale il Ministero dei Trasporti ha attivato un servizio online di verifica punti patente. Bisogna registrarsi/iscriversi al sito come indicato nella home page. In alternativa si può effettuare la verifica chiamando solo da rete fissa il numero 848 78 27 82. Questo numero non è un numero verde, ma alla chiamata sarà addebitato il costo di una telefonata urbana (il costo varia a seconda del gestore).

PERDITA PUNTI PATENTE
La perdita dei punti patente è frutto di una o più infrazioni del Codice della Strada (CdS). In base all’art. violato, al titolare della patente saranno decurtati tot. punti. In origine ciascun titolare di patente ha diritto a 20 punti. Il titolare della patente, a seguito della totale perdita punti patente, dovrà sostenere la revisione patente, ovvero dovrà rifare l’esame teorico pratico di guida (come per il primo conseguimento).

RECUPERO PUNTI
Esistono due metodi per recuperare i punti patente, entrambi meritocratici.
Nel primo caso il titolare di una patente potrà recuperare punti se nell’arco di 24 mesi dall’ultima infrazione non ne commette nuove. In questo caso saranno rigenerati tutti i 20 punti iniziali.
Nel secondo caso il titolare di una patente potrà attivare il recupero punti patente sostenendo dei corsi specifici ed un apposito esame  tramite le autoscuole (o altri soggetti) autorizzati dal Ministero dei Trasporti. Il costo di questi corsi può subire variazioni in base a quanto stabilito da ogni autoscuola.

BONUS PUNTI PATENTE
Per i più virtuosi è previsto un incentivo meritocratico grazie al quale il titolare di patente con almeno 20 punti accumulati che per almeno due anni  non commette infrazioni, ovvero non subisce una decurtazione punti, riceverà un bonus di ulteriori 2 punti (quindi 20 + 2 punti = 22 punti). Questo meccanismo consentirà di maturare un totale di 30 punti.
Dal 13 agosto 2010 per i neo-patentati (meno di 3 anni) è stato introdotto un ulteriore incentivo meritocratico: nel caso in cui il neo patentato non commetta infrazioni ovvero non subisca decurtazioni di punti patente, riceverà ogni anno un bonus di 1 punto, fino ad un massimo di 3.

AssicurazioneA.it

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+