Recensioni Auto: Fiat Panda, l’auto più venduta in Italia

Fiat Panda

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Dopo la 500 è decisamente la Fiat Panda l’auto che costituisce nell’immaginario collettivo la vettura più rappresentativa del nostro paese. Lo dimostrano le vendite, che vedono la Fiat Panda in testa alle classifiche nel primo semestre del 2014 con oltre 50.000 unità.

Prodotta dal 1980, la Fiat Panda è cambiata molto del tempo, abbandonando le forme spigolose che la contraddistinguevano, fino a raggiungere le forme tondeggianti del modello attuale.

CURIOSITA’:

  • La Fiat Panda è stata la prima vettura di lunghezza inferiore ai 4 metri ad avere una motorizzazione diesel.
  • E’ stata venduta in versione elettrica nel 1990.
  • Nel 2004 ha raggiunto il campo base Everest a 5200 metri.
INTERNI FIAT PANDA:
L’aspetto maggiormente tondeggiante e meno slanciato rispetto alle versioni precedenti hanno donato alla Fiat Panda una migliore abitabilità del veicolo. Dentro ci si sta comodi, anche se si è molto alti. La posizione di guida rialzata consente di avere una buona visuale della strada e una buona sensazione di controllo. Baule abbastanza capiente per la categoria con i suoi 225 litri.
Esteticamente la Fiat Panda si presenta bene e curata nel dettaglio, con il motivo ricorrente di un quadrato dagli angoli smussati presente in tutto il veicolo, dal volante alla plancia, alle maniglie di apertura delle porte a finire con il freno a mano, decisamente caratteristico.
ALLA GUIDA DELLA FIAT PANDA:
Abbiamo provato la Fiat Panda in una versione superaccessoriata TwinAir, 900 di cilindrata. L’accelerazione ci è sembrata ottima per la categoria, ma non bisogna superare i 5000 giri perché altrimenti il motore si spegne un po’. Ad ogni modo un motore molto scattante con una buona accelerazione. La Fiat Panda va da 0 a 100 in circa 11 secondi, merito degli 85 cv, non male per un’auto così piccola e leggera. Buona tenuta di strada nonostante la forma dell’auto, discreta insonorizzazione anche se in autostrada il fruscio si avverte.
La cosa che ci è piaciuta molto è il volante, dotato di una servoassistenza elettrica che lo rende più duro all’aumentare della velocità, e che ci è sembrato essere regolato davvero bene. Utile anche la funzione “City” che rende il volante, invece, più leggero per semplificare le manovre in città.
Anche la frenata è ottima e aggressiva sin da subito, con le quattro frecce che si azionano automaticamente in caso di frenata brusca per segnalare la frenata d’emergenza, frizione piuttosto leggera e comoda e cambio sufficientemente preciso. Funzionano bene anche lo start & stop e il climatizzatore automatico.
CONSUMI FIAT PANDA:
I consumi della Fiat Panda sono abbastanza buoni, siamo circa sui 18 km al litro.
INFOTAINMENT FIAT PANDA:
Davvero molto bello ed efficiente il sistema di Infotainment, dove per la Fiat Panda è stata scelta una soluzione molto utilizzata negli ultimi tempi, con la gestione della radio integrata nella plancia e uno schermo distaccato e dotato di navigatore e car menu. Schermo che è anche possibile togliere dal suo alloggiamento per riporlo, in quanto è collegato al sistema dell’auto tramite bluetooth. Tramite lo schermo, che è touch screen, non è presente solo il navigatore tomtom, che fornisce anche informazioni in tempo reale sul traffico e meteo, ma grazie al collegamento bluetooth sono disponibili anche le informazioni sui consumi dell’auto, suggerimento sul cambio marcia, gestione dei file audio di eventuali ipod o telefoni cellulari collegabili tramite la porta usb.
I comandi al volante, inoltre, consentono di gestire comodamente tutte le funzionalità a disposizione. Ottimo anche il funzionamento delle chiamate vocali e del vivavoce, chiaro e funzionale anche in autostrada, dove l’insonorizzazione dell’auto, come abbiamo detto, non è impeccabile.
CONCLUSIONI:
La Fiat Panda ci è piaciuta molto, semplice e divertente da guidare, ma soprattutto comoda in città e sufficientemente spaziosa. Anche il prezzo non è male, si parte da circa 10.200 euro fino ad arrivare a 15.900 euro per la versione più accessoriata a cui ci riferiamo in questa recensione.
L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+