Volkswagen: Altroconsumo prepara la Class Action

volkswagen altroconsumo class action

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+

Altroconsumo sta preparando una Class Action contro Volkswagen a fronte dello scandalo ormai soprannominato Dieselgate.

Com’è possibile riscontrare dal sito di Altroconsumo, una delle più note associazioni di consumatori in Italia, la Class Action sembrerebbe essere il prossimo probabile passo dopo la diffida inviata a Volkswagen.

Se non dovesse arrivare, dunque, alcuna risposta alla richiesta di risarcimento effettuata da Altroconsumo, la Class Action sarà inevitabile. E’ già disponibile sul sito di Altroconsumo un modulo da compilare per far parte della Class Action contro Volkswagen.

Chiaramente per partecipare occorre essere in possesso di un veicolo Volkswagen o di una marca facente parte del gruppo Volkswagen. Ricordiamo che i marchi del gruppo oltre a Volkswagen sono:

  • Audi
  • Porsche
  • Seat
  • Skoda

Nella diffida inviata a Volkswagen Altroconsumo ha affrontato diversi punti chiedendo quanto segue:

  • Comunicare i dati delle emissioni di ogni singolo modello che abbia subito manipolazioni ed eventualmente l’ammissione di altri dati che possano essere stati manipolati.
  • Cessare la manipolazione dei dati con qualsiasi strumento.
  • Impegnarsi a non mettere sul mercato alcun modello non conforme alle leggi.
  • Comunicare il numero di veicoli venduti in Italia e non conformi alla legge.
  • Tutelare coloro che siano in possesso di veicoli impegnandosi a conformarli tramite appositi interventi alle leggi attuali.
  • Risarcire i consumatori che abbiano acquistato veicoli manipolati.

Certamente alcune di queste richieste sono in realtà scontate e già un obbligo per la casa tedesca, ma Altroconsumo punta senza dubbio sulla richiesta di risarcimento danni per tutelare i consumatori che siano stati truffati.

Il principio secondo il quale Volkswagen debba risarcire i consumatori si basa sull’aver fornito un bene differente rispetto alla descrizione e alla richiesta dell’acquirente.

Oltre ad Altroconsumo, anche altre associazioni di consumatori come Codacons hanno già presentato atti formali per richiedere il risarcimento danni a Volkswagen.

Assicurazionea.it

 

 

L'articolo è interessante? Condividilo!Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+